Welcome Flying Angels!

Flying Angels Foundation

Abbiamo deciso di iniziare il nostro blog dedicando il primo post alla Flying Angels. Ho sempre creduto nelle win to win, ossia vincere facendo vincere tutti! Ci è stata offerta la possibilità di collaborare con questa Onlus e sono molto onorato di poterlo fare. Grazie all’inestimabile aiuto di Alberto Bondi, ambasciatore di questa straordinaria ONLUS.

Riporto testualmente lo scopo tratto dal loro sito http://www.flyingangelsfoundation.org/chi-siamo

“Flying Angels è un progetto italiano per il mondo.

Si occupa di aiutare i bambini in emergenza sanitaria che hanno urgente bisogno di essere curati, dandogli la possibilità di volare ovunque ci siano una struttura o dei medici disposti a intervenire per salvargli la vita.

Offre il proprio supporto alle famiglie, ai medici, agli Enti, agli ospedali, alle Associazioni, alle Fondazioni, alle Onlus e alle ONG di tutto il mondo che operano nel settore dell’infanzia, attraverso la ricerca, l’acquisto e la donazione di biglietti aerei che permettano ai piccoli di raggiungere le strutture sanitarie, ma anche ai medici che desiderano aiutare i bambini nei loro Paesi di origine.

Flying Angels si prefigge di diventare un ponte che mette in comunicazione chi necessita di un intervento sanitario con chi è in grado di darlo, agendo con efficacia e in tempi brevi.

Si tratta di un approccio estremamente pragmatico che consente di utilizzare e monitorare al meglio le risorse economiche, permettendo costantemente la tracciabilità degli aiuti.”

Evento Fying Angels

Questo sodalizio lo abbiamo iniziato con un evento in particolare, quello che si è tenuto sabato 19 dicembre all’evento “Genova Accesa”, che in serata, alle 19,30, ha illuminato piazza De Ferrari.

“Lo spettacolo pirotecnico, promosso con il Comune di Genova e il patrocinio della Regione Liguria, oltre agli auguri di Natale e Capodanno, ha anche uno scopo benefico: raccogliere fondi a favore di Flying Angels Foundation , un progetto italiano che si occupa di aiutare i bambini in emergenza sanitaria che hanno urgente bisogno di essere curati, dandogli la possibilità di volare ovunque ci siano una struttura o dei medici disposti a intervenire per salvare una vita. ” Fonte Il secolo XIX

Lascia un commento